pope francis2Nella chiesa di San Gregorio VII in Roma, Papa Francesco ha incontrato i partecipanti alla Veglia di preghiera promossa dalla Fondazione “Libera”nella ricorrenza della XIX “Giornata della memoria e dell’impegno” in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, cui partecipano oltre 700 familiari.

L’incontro si è aperto con il saluto di don Luigi Ciotti, fondatore di “Libera” e la lettura dei nomi delle circa 900 vittime delle mafie.

Dopo la proclamazione del Vangelo delle Beatitudini, Papa Francesco ha detto: “…E sento che non posso finire senza dire una parola ai grandi assenti, oggi, ai protagonisti assenti: agli uomini e alle donne mafiosi. Per favore, cambiate vita, convertitevi, fermatevi, smettete di fare il male! E noi preghiamo per voi. Convertitevi, lo chiedo in ginocchio; è per il vostro bene. Questa vita che vivete adesso, non vi darà piacere, non vi darà gioia, non vi darà felicità.

Il potere, il denaro che voi avete adesso da tanti affari sporchi, da tanti crimini mafiosi, è denaro insanguinato, è potere insanguinato, e non potrete portarlo nell’altra vita. Convertitevi, ancora c’è tempo, per non finire all’inferno. E’ quello che vi aspetta se continuate su questa strada. Voi avete avuto un papà e una mamma: pensate a loro. Piangete un po’ e convertitevi.”
pope francis1
Il Papa, in nome della “tolleranza zero” contro la pedofilia, ha istituito la Commissione per la Tutela dei Minori. La commissione, è costituita da quattro donne e quattro uomini. Nel gruppo in maggioranza di europei c’è anche una vittima di violenze, si tratta dell’irlandese Marie Collins.

Compito principale delle suddette persone sarà di preparare gli Statuti della Commissione, i quali ne definiranno le competenze e le funzioni. La medesima Commissione verrà successivamente integrata da altri membri, scelti nelle varie aree geografiche del mondo.

Il portavoce vaticano padre Federico Lombardi ha commentato: “Continuando l’impegno dei suoi Predecessori e avendo sentito il parere di diversi Cardinali, di altri membri dell’episcopato, ed esperti nella materia, Papa Francesco ha deciso di formare una Commissione per la tutela dei minori.

Papa Francesco mette in chiaro che la Chiesa deve tenere la protezione dei minori fra le sue priorità più alte e per promuovere l’iniziativa in questo campo oggi il Papa ha indicato i nomi di diverse personalità altamente qualificate e note per il loro impegno su questo tema.

Questo gruppo iniziale è ora chiamato a lavorare speditamente per collaborare in differenti compiti, fra cui: elaborare la struttura finale della Commissione, precisandone scopo e responsabilità e proponendo i nomi di ulteriori candidati, in particolare da altri continenti e paesi, che possono essere chiamati al servizio della Commissione.

Nella certezza che la Chiesa deve svolgere un ruolo cruciale in questo campo, e guardando al futuro senza dimenticare il passato, la Commissione adotterà un approccio molteplice per promuovere la protezione dei minori, che comprenderà l’educazione per prevenire lo sfruttamento dei bambini, le procedure penali contro le offese ai minori, doveri e responsabilità civili e canoniche, lo sviluppo delle “migliori pratiche” che si sono individuate e sviluppate nella società nel suo insieme.”

Nella Commissione per la Tutela dei Minori ne fanno parte:
Dott.ssa Catherine Bonnet (Francia)
Sg.ra Marie Collins (Irlanda)
Prof.ssa Sheila Hollins (Regno Unito)
Em.mo Card. Seán Patrick O’Malley, OFM Cap. (Stati Uniti)
Prof. Claudio Papale (Italia)
Her Excellency Hanna Suchocka (Polonia)
Rev.do Humberto Miguel Yáñez, SJ (Argentina)
Rev.do Hans Zollner, SJ (Germania)

Foto: Fabrizio Belluschi ©MONDOITALIANEWS.com