collettivo_ginsberg_2013Collettivo Ginsberg sono Cristian Fanti – voce, Federico Visi – chitarre, Alberto Bazzoli – piano, organo, Gabriele Laghi – contrabbasso e Eugenioprimo Saragoni – batteria, percussioni.

Il 22 Ottobre esce ASA NISI MASA, il loro incredibile album ,su etichetta Seamont Production (UK) che sara’ presentato con un live tour sanguigno, post-modernista e incendiario…

Cristian Fanti, la voce di questa interessantissima formazione romagnola, ci parla del sapore della vita, malasorte, jazz, Re-use Re-play, maiali e vacche…

Partiamo dalla fine. Il 22 Ottobre esce l’album ”Asa nisi masa”. Cosa dobbiamo attenderci?

Un lavoro ben curato e progettato assieme al nostro produttore Marco Bertoni sia in studio che in sala prove, studiato nei minimi particolari ma allo stesso tempo altrettanto viscerale ed istintivo, forte, gusto intenso, sapore della vita.

L’uscita del disco verra’ accompagnata dal blog ”How to cut up”, che portera’ alla realizzazione del video ufficiale del singolo ”Canto erotico primitivo”. Vi sentite pronti?

Si prontissimi, talmente tanto pronti che How To Cut Up si è appena concluso ed in questi giorni dovrebbe uscire ufficialmente il video clip!

È stata una bella soddisfazione – oltre che un gran piacevole divertimento – poter lavorare con Alessandro Di Renzo, regista e ideatore del progetto. Ci ha sorpresi, guidati e stupiti. Bravissimo.collettivo g2Per voi, e’ piu’ divertente scrivere i vostri brani o ascoltarli?

Il processo creativo è fatto di scrittura ed ascolto. Si scrive, si registra, si riascolta decine – forse centinaia – di volte, si riscrive, si riregistra e così via. Abbiamo centinaia di megabite di provini! Potenzialmente è un processo che potrebbe tendere all’infinito; perché anche una volta prodotti i master, riascoltandoli col passare del tempo, è quasi inevitabile che non nascano nuove idee per qualsiasi tipo di cosa (suono, melodia, arrangiamento, dinamica ecc).

Ecco perché dal vivo i brani – a volte – mutano sensibilmente. Siamo più jazz di quello che si pensa!

Beh, a questo punto, parliamo della band. Ginsberg, come vi siete incontrati e formati?

Il progetto è nato nel 2004 dall’incontro mio con Andrea Rocchi, chitarrista-senatore-a-vita del Collettivo, in uno stanzino in malo modo adibito a sala prove.

Piano piano vari “elementi” vengono attratti nell’orbita della band; col passare del tempo le varie vicissitudini della vita hanno fatto si che la formazione cristallizzasse negli elementi che ora la compongono. Tra il 2008 e il 2010 ci siamo autoprodotti

3 dischi (due in inglese – “I refuse to give up my obsession” e “Pregnancy”, ed terzo – sotto nome Nell’ImmaGinario Collettivo – che è in realtà un reading, con musiche originali, di vari brani letterali tratti un po’ qui un po’ la, da titolo “Tutti sono seri tranne me”). La dipartita di Andy per, gravide, terre toscane nel 2011, e il successivo incontro con Marco Bertoni, ha solcato-a-sangue il percorso e
definito la formazione: Federico Visi – chitarre, elettronica; Alberto Bazzoli – piano, organo, Rhodes; Gabriele Laghi – contrabbasso; Eugenioprimo Saragoni – batteria, percussioni, e Cristian Fanti – voce. Abbiamo deciso di cambiare lingua e registrare un nuovo disco, per dare un calcio alla malasorte!

Il vostro lavoro d’esordio, ”De la crudel”, ha ottenuto pareri entusiastici. Vi ha stupito od eravate pronti e fiduciosi?

Da un lato ci ha stupito – perché la produzione è stata, in senso lato, “estrema”, dall’altro siamo orgogliosi dei risultati raggiunti perché riteniamo di aver fatto un ottimo lavoro, sia in studio che live. I brani di “De la crudel” fanno parte della stessa session di registrazione dei brani usciti in “Asa nisi masa”; la scelta di pubblicare quattro brani in un Ep che avrebbe anticipato di un’anno l’album vero e proprio, è stata un po’ dura a dire il vero, però ha seminato bene. Consideriamo l’Ep e l’Lp il frutto di un unico processo artistico.

Siete stati selezionati per partecipare al Tenco Ascolta, rassegna organizzata per i giovani talenti dal MEI. Si comincia a fare proprio sul serio?

Non vediamo l’ora di fare sul serio!

In quale genere musicale vi sentite piu’ a vostro agio?

Nella musica leggera.

C’e’ una band, del passato o del presente, che vi ha emozionato e da cui avete preso ispirazione?

Tante, troppe, forse tutte! Dirne una non avrebbe senso. Razziamo in qualsiasi discarica della memoria musicale per trovare ispirazione e creare a sua volta qualcosa di nuovo attraverso materiale di riciclo! Re-use Re-play.

Menzione d’onore da parte di Hera Spa come gruppo più eco-sostenibile del 2013: del maiale non si butta nulla!

Un brano, che avreste voluto scrivere e cantare voi?

Dark was the night cold was the ground di Blind Willie Johnson.

Domanda finale di rito. Ed ora?

Il 22 ottobre inizia la prima parte del tour, poi, sempre dritti fino al mattino!

Scostatevi vacche, la vita è breve.

Di Sandro Lentini ©FAMEMAGAZINE.co.uk

ANA NISI MASA TOUR 2013
22/10 Milano @ ROCK N ROLL CLUB – RELEASE PARTY
23/10 Savignano (FC) @ SIDRO CLUB
26/10 Milano @ MUSICRAISER NIGHT c/o ARCI 75 BEAT
23/11 Grosseto @ SPAZIO72
06/12 Chiaravalle (AN) @ PICCADILLY BAR
07/12 Martinsicuro (TE) @ GALA CAFE’
13/12 Conegliano (TV) @ APARTAMENTO HOFFMAN
26/01/14 Poggio Berni (RN) @ CIRCOLO DEI MALFATTORI

collettivoginsberg.com
facebook.com/collettivo-Ginsberg